Bruciato nel rogo della Santa Inquisizione a Campo dei fiori nel 1600, Giordano Bruno chiude il Rinascimento, e diviene l'emblema delle contraddizioni del suo tempo, avendo contribuito al grande rinnovamento che segue al Medioevo investendo ogni ambito del sapere, con le sue capacità e la sua ragione. Giordano Bruno mette radicalmente in discussione le idee medievali sull'anima, il cosmo e la divinità, incarna profondamente lo spirito della trasformazione e della ricerca di una nuova via al pensiero, un nuovo modo di pensare il cui centro è l'uomo. Michele Ciliberto è Presidente dell'Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento ed è titolare della cattedra di Storia della filosofia moderna e contemporanea alla Scuola Normale Superiore di Pisa, presso la quale dirige SIGNUM, Centro di ricerche informatiche per le discipline umanistiche. Fa parte dell'Advisory Committee della "Tatti Renaissance Library" dell'Harvard University, del Consiglio scientifico dell'Istituto dell'Enciclopedia Italiana, del Comitato scientifico della Fondazione Gramsci di Roma e della Fondazione Firpo di Torino. GIORDANO BRUNO 0:10 Un filosofo originale 2:45 La vita 5:10 Da cristiano ad anticristiano 9:10 Il Rinascimento: una nuova epoca LA MATERIA INFINITA 11:50 Le origini del pensiero magico 15:45 Il principio del merito 17:50 Cristo e Dio, finito e infinito 20:10 Pensieri 21:50 L'uomo e la verità 25:10 La concezione della realtà BRUNO E IL PROCESSO 27:50 La Santa Inquisizione 30:40 Dissimulazione ...

Channel:

Related tags:

comments powered by Disqus









TerritorioScuola. Some rights reserved. Informazioni d'uso