Novecento - Il secolo della scienza La conquista dello spazio e l'uomo sulla Luna Il 12 aprile 1961 l'Unione sovietica manda per la prima volta in orbita il cosmonauta Jurij Gagarin L'America, come per gli Sputnik, è colta di sorpresa; solo nel gennaio dell'anno successivo e dopo i voli di altri cosmonauti russi (Titov e Tereshkova) gli Stati Uniti riusciranno a spedire nello spazio John Glenn. Ma saranno gli americani a vincere la competizione spaziale nel 1969, con il primo sbarco di uomini sulla Luna. Nel 1956, in Inghilterra inizia a lavorare la prima centrale nucleare commerciale al mondo, quando già la marina militare americana aveva già sviluppato ed applicato la tecnologia atomica per la propulsione di sottomarini e portaerei. Negli anni 70, in Occidente, lo sviluppo dei mezzi di trasporto e di comunicazione di massa segue l'incremento del reddito procapite che, dal dopoguerra, è triplicato. L'Organizzazione mondiale della sanità, agenzia dell'ONU per la salute, con sede a Ginevra, fa propria la sperimentazione del vaccino contro la poliomelite di Albert Sabin, che aveva rinunciato allo sfruttamento commerciale della scoperta: «Tanti insistevano che brevettassi il vaccino, disse lo scienziato, ma non ho voluto. È il mio regalo a tutti i bambini del mondo». Fa progressi la ricerca sul cancro e Christian Barnard, a Città del Capo, ha effettuato il primo trapianto di cuore. Intanto, dopo l'ottimo risultato della sperimentazione su donne portoricane, entra in ...

Channel:

Related tags:

comments powered by Disqus









TerritorioScuola. Some rights reserved. Informazioni d'uso