Mario Incudine a Mirto ::.AUDIO.:: In un mix avvincente di tradizione e innovazione, l'artista siciliano ha presentato il suo secondo lavoro, "Abballalaluna", dopo importanti collaborazioni con la Taberna Mylaensis e Carlo Muratori "Abballalaluna" è la seconda fatica musicale del cantautore ennese Mario Incudine, presentata venerdì 28 marzo al club La Dispensa di Mirto nell'ambito della rassegna "Dopo il lungo inverno,sotto la cenere,la musica ribolle" curata dall'associazione Cross Road Club. Il concerto "Abballalaluna", già salutato da pubblico e critica come nuovo modo di cantare la Sicilia, è una esplosione di percussioni, un sound di confine fra tradizione e innovazione, un variegato itinerario di 13 brani nei quali fanno la loro comparsa strumenti come la mandola, il bouzouki, il charango, tammorre, tamburelli, zampogna, organetto e "friscaletto". Da segnalare la bellissima ed originale traduzione della celebre "Bocca di Rosa" di Fabrizio De Andrè. Protagonisti del concerto di Mirto, oltre allo stesso Incudine (plettri e voce), sono stati i musicisti Antonio Putzu (fiati), Antonio Vasta (fisarmonica e zampogna), e Salvo Compagno (percussioni). Una voce vibrante e una passione viscerale per la sua terra, un'innata teatralità da cantautore-cantastorie di altri tempi hanno portato Mario, a soli 26 anni, a collaborare con formazioni di livello come la Taberna Mylaensis con il quale si è esibito in tournèe in Olanda, Istanbul e Milano e ha inciso il cd "E vinniru ...

Channel: Humans Channel

Related tags:

comments powered by Disqus









TerritorioScuola. Some rights reserved. Informazioni d'uso