La storia di Roggiano raccontata da Ermanno Turano Germania 1960, caro Direttore io sono molto contento che ora siamo in corrispondenza dove io posso esprimere i miei pensieri che ho verso di lei e verso il centro di cultura popolare. Ora la vostra lettera mi trova di ottima salute e come io spero che questa lettera vi trova di ottima salute insieme alla sua famiglia e tutti i collaboratori del centro. Caro Direttore io ringrazio a lei e al centro che mi ha dato questa via libera dove io posso fare un passo avanti ma dove io ho anche preso una qualifica che mi serve per tutta la vita. Dunque caro Direttore, come dite, se mi occorre qualcosa ve la devo mandare a dire, non mi occorre niente, solo basta quel che mi avete dato a me ea tutti gli emigranti. Caro Direttore non passa tempo che io ritorno nella mia patria dove posso parlare la mia lingua e dove io posso recitare il mio rosario. Io finisco di scrivere salutando a tutti i collaboratori del centro ea tutti gli allievi con vero cuore a lei direttore, un abbraccio, l'allievo del centro! Quanta tristezza e quante speranze comportano l'emigrazione, un canto Roggianese dal titolo: "A littira" così dice: Vulera fa na littira di chiantu e n'avutra di suspiru e di lamiantu si truavu nu curriaru ti la mannu si no iu ti la mandu pi lu viantu ma si lu viantu non cammina tantu suspira adduvi si ca iu ti siantu Nel mese di Marzo 1961 il comune di Roggiano Gravina, risulterà vincitore della Palma d'Argento, radio regionale per la ...

Channel: Humans Channel

Related tags:

comments powered by Disqus









TerritorioScuola. Some rights reserved. Informazioni d'uso