Ciò accade intervenendo sia sulla massa "m" sia sulla c^2 della Relatività Generale. Infatti E = m* C^2, laddove m* è solo la parte intera di una massa, alla sua giusta scala rispetto al kg, mentre la C^2 è la quantità C^2 di volume elettromagnetico, che diventa anche flusso elettro-magnetico avente per velocità lo stesso numero di C^2, allorché si consideri quella sezione idealmente unitaria che quella reale non ha, contenendo lo SPAZIO di m^2 1^2, dell'unità, e il tempo dell'unità dato da una quantità decimale. Essendo 1,0006922855 la sezione, il flusso elettrico non esprime la totalità del volume, per quella parte decimale presente nell'area della sezione EM

Channel: Education Channel

Related tags:

comments powered by Disqus









TerritorioScuola. Some rights reserved. Informazioni d'uso