L'intervento del Ministro per la Cooperazione Internazionale e l'integrazione Andrea Riccardi al Convegno "Primavera araba: verso un nuovo patto nazionale", organizzato dalla Comunità di Sant'Egidio - Roma, 29 febbraio 2012. Dall'intervento di Andrea Riccardi, ministro per l'integrazione e la Cooperazione internazionale: Di fronte alla primavera Araba occorre l'intelligenza della storia. Questo convegno, è utile per capire la Primavera Araba, che è stata una sorpresa della storia.Dopo l'11 settembre si è innescata l'ideologia dello scontro di civiltà tra Islam e Occidente, quasi che fossero inevitabilmente destinati a confliggere. La Primavera Araba sta trasformando il Mediterraneo che può divenire il mare dell'incontro, il luogo del vivere insieme nella democrazia. La Primavera araba ha storie e soluzioni molto diverse e oggi siamo qui a prendere coscienza di questo fenomeno di grandissima importanza: nel Mediterraneo dobbiamo costruire un nuovo quadro di rapporti e di democrazia. La primavera araba ha mostrato che Islam e democrazia non sono così lontani come si è pensato per lungo tempo. La Tunisia ne è un chiaro esempio. Nel Mediterraneo, in un quadro democratico, Paesi di culture e tradizioni differenti si possono incontrare. Nel mondo musulmano la pluralità religiosa, sociale ed ideale richiede un nuovo quadro di convivenza. C'è bisogno di improntare il nostro rapporto con l'altro e anche con il mondo islamico sulla simpatia e far cadere la distanza e la diffidenza ...

Channel:

Related tags:

comments powered by Disqus









TerritorioScuola. Some rights reserved. Informazioni d'uso