Il sentiero dei cinque mulini lungo le sponde del Fiume Amato tratto del territorio di San Pietro Apostolo Catanzaro. Un grazie sentito va a Giuseppe che spesso si dedica come volontario a pulire dalle sterpaglie i ruderi del mulino. Fiume Amato Il fiume Amato o fiume Lamato (antico Lametos) è un fiume della Calabria che nasce nella Sila Piccola e si getta nel golfo di Sant'Eufemia, dopo un corso di 56 km che interessa un bacino idrografico di 412 km2. L'Amato nasce da alcuni contrafforti della Sila Piccola che si alzano nella parte più settentrionale del territorio di Soveria Mannelli ai piedi delle Località Rosello e Pantano, dove scorrono le acque di due torrenti Sabettella e Occhiorosso che si uniscono in località "Ponte" dando origine al corso del fiume, da qui in poi conosciuto come Amato. Immediatamente dopo la nascita, l'Amato scende verso Sud-Est costituendo il confine naturale fra i territori comunali di Decollatura e di Soveria Mannelli. Dopo aver ricevuto il torrente Galice di Stocco, percorre la Piana di Santa Margherita e si avvicina al fiume Corace portandosi a breve distanza da esso (1 km) in prossimità della stazione ferroviaria "Serrastretta-Carlopoli" delle Ferrovie della Calabria. In prossimità dell'abitato di Tiriolo, mentre il Corace si dirige verso il mar Ionio, l'Amato volge verso Ovest, percorre tutto il territorio posto tra Pianopoli e Maida, attraverso i territori di San Pietro Apostolo,Amato, Miglierina e Marcellinara, ingrossandosi per gli ...

Channel:

Related tags:

comments powered by Disqus









TerritorioScuola. Some rights reserved. Informazioni d'uso