Ripropongo una vecchia intervista a un politico che oggi siede in Parlamento nel centro-destra, che nel 2000 forniva ai microfoni della radio per la quale collaboravo, Radio Studio 24, emittente marchigiana, una versione del Caso Ustica su cui poi le indagini non sono andate molto avanti. Non sono divenuto un esperto del ramo, ma credo che la novità più importante da lui fornita fosse che il DC-9 sarebbe stato fatto decollare in ritardo per permettere a un aereo americano di inserirsi per perseguire obiettivi militari. Quell'inchiesta della Procura Militare venne archiviata pochi mesi dopo dal giudice poiché di competenza civile. Da www.stragi80.it 23 giugno 2000 La procura militare di Roma chiede l'archiviazione dell'indagine sul disastro di Ustica: "Non ci sono i presupposti per rivendicare spazi di giurisdizione da parte della magistratura militare". Con i fatti attuali tornano tuttavia di attualità la questione Gheddafi, il suo regime ei suoi metodi di politica interna ed estera. Forse è il caso di riproporre quindi il vecchio caso del DC-9 che al momento vede quale versione ufficiale la smentita delle ipotesi rilasciate in questa intervista. Smentita dell'ex ministro Giovanardi, dello schieramento di Berlusconi, il quale a novembre 2010 ha fornito quale causa dell'esplosione, quella di una presunta bomba nella toilette. In mezzo a questi fatti, non si possono non ricordare i tanti processi in sede civile e le tante ipotesi, presunte verità e presunti depistaggi, che ...

Channel:

Related tags:

comments powered by Disqus









TerritorioScuola. Some rights reserved. Informazioni d'uso