VideoStoria n° 3 (Nuova Versione). Storia del presunto impiego delle penne esplosive da parte degli Alleati in Italia durante la Seconda Guerra Mondiale. Alcune voci giunte fino ai nostri giorni nella memoria di molti che vissero il periodo bellico riportavano che dopo i bombardamenti aerei fosse comuneimbattersi in oggetti a forma di penna, che esplodevano ai primi tentativi di manipolazione. Inquietanti cartelli, sparsi un pò dovunque, che ammonivano di non toccare questi oggetti, ei racconti sui giornali, incoraggiavano il diffondersi della storia delle penne. Nonostante la grande diffusione di questi racconti è difficile reperire studi che abbiano raccolto e approfondito le notizie sul reale impiego di ordigni esplosivi mascherati da oggetti innocui. Quella delle penne esplosive divenne tuttavia una delle voci più durature del periodo bellico in Italia. In questo video approfondiremo la vera storia delle penne esplosive. Soggetto e realizzazione di Carlo Alfredo Clerici, montaggio e musiche di Alessandro Trapuzzano, dal sito www.carloclerici.com Per approfondimenti si veda www.scribd.com Bibliografia -AAVV, Field Manual FM 5-31, Booby Traps, Department of the Army, Washington 1965. -Bermani C., Spegni la luce che passa Pippo. Voci, leggende e miti della storia contemporanea. Odradek, Roma 1996. -Bloch M., La guerra e le false notizie. Donzelli Editore, Roma 1994. -Clark M., Quinta Armata Americana, Garzanti, Milano 1952. -Clerici CA, Capelletto F.. Le armi della ...

Channel:

Related tags:

comments powered by Disqus









TerritorioScuola. Some rights reserved. Informazioni d'uso