1 settembre 1939, 70 anni fa, è il giorno dell'invasione tedesca della Polonia. In quelle stesse ore Hitler formula il cosiddetto "decreto per morte pietosa" delle persone malate. L'inizio della Seconda Guerra Mondiale e l'avvio dl progetto nazista di eliminazione di coloro che non rispecchiano l'ideale della pura razza ariana, drammaticamente, coincidono. Non si parla ancora di eliminazione degli ebrei, ma l'antisemitismo in Germania è legge fin dal 1935: fra l'uccisione delle vite considerate "senza valore" e quella degli individui di religione ebraica il passo sarà purtroppo molto breve. La stessa sorte toccherà anche a zingari e omosessuali. E molti medici, proprio coloro che con il giuramento di Ippocrate si erano impegnati a salvare vite umane, diventano in pratica degli assassini. Il cosiddetto "progetto eutanasia" viene interrotto nel 1941 dopo le infuocate proteste di molti cittadini e della chiesa Cattolica, ma l'eccidio di massa è appena cominciato. Nei capi di concentramento nelle zone occupate i medici nazisti avranno un ruolo centrale nelle operazioni di sterminio. Ne I medici del Reich gli atroci esperimenti effettuati su cavie umane, fra i quali quelli di Joseph Menghele sui gemelli, ed il raffinarsi delle tecniche di sterminio di massa, dalle fucilazioni alle camere a gas. L'orrore di Auschwitz in un inedito repertorio fotografico, le testimonianze dei sopravvissuti dall'archivio della Shoah Foundation di Steven Spielberg, le immagini dei processi ai ...

Channel:

Related tags:

comments powered by Disqus









TerritorioScuola. Some rights reserved. Informazioni d'uso